Home » Casa » Fai da te » Preparare il pot-pourri umido: tanta pazienza ma profumo più inteso e durevole

Preparare il pot-pourri umido: tanta pazienza ma profumo più inteso e durevole

A differenza del pot-pourri secco, il pot-pourri umido non è bello da vedere,  non va messo in mostra ma invece posto in contenitori  dotati di coperchio forato, o cestini di vimini. Il suo aroma è meraviglioso.

 Il pot-pourri umido ha una fragranza che dura più a lungo ma è molto più complicato e laborioso da preparare.

Cosa serve:

  •  recipiente (alto circa 10 sm)  con apertura larga dotato di coperchio
  • piattino con diametro leggermente inferiore all’apertura del recipiente
  • cucchiaio di legno
  • casseruola un po’ più piccola del recipiente iniziale
  • pietra pesante
  • sale grosso non iodato
  • due piatti
  • velo di mussola
  • nastro adesivo
  • petali di fiori

Procedimento:

Staccate i petali dei fiori, metteteli stesi su un foglio  di giornale e metteteli in un luogo buio e areato.

Dopo 3-4 giorni prendete i petali e distribuiteli sul fondo del recipiente e ricopriteli di sale grosso per assorbire l’umidità.

Proseguite con gli starti di petali e sale finché il recipiente non sarà quasi pieno.

A questo punto posate sopra al contenuto del recipiente il piatto e pressate aiutandovi con il peso della pietra. Premete per compattare quindi coprite il recipiente e ponetelo in un luogo asciutto.

Ogni giorno mescolate il contenuto del recipiente con il cucchiaio di legno e pressate. Se dovesse prodursi del liquido sul fondo recuperatelo che poi servirà per profumare il pot-pourri.

Queste operazioni ripetetele ogni giorni finché  non ottenete un miscuglio compatto.

A quel punto versatelo su un piatto e sminuzzate.

Nell’altro piatto mettete erbe e spezie e  mescolate il tutto, quindi mescolate il contenuto dei due piatti e versate nuovamente nel recipiente.

Pressate come prima con piatto e pietra.

Fissate quindi il velo di mussola  sul recipiente con il astro adesivo e collocate il tutto in un luogo  asciutto lasciando riposare per 8 settimane.

 

Passato questo tempo mettete il vostro pot-pourri in un cestino di vimini rivestito interamente di alluminio, con coperchio.

Si dice che alcuni pot-pourri umidi possano conservare il loro aroma per 15 anni.  A voi la prova 🙂

 

Fonte: iocoltivo

Ti potrebbero interessare anche:


Preparare in casa il pot-pourri: il pot-pourri secco

Cucinare il coniglio con la ricetta di nonna Silvana

Preparare il dentifricio con salvia e menta

Creme depilatorie Veet

Frittelle ripiene di crema pasticciera

Check Also

Una coperta da Guinnes dei primati

L’appuntamento è per il 18 aprile dalle 15 alle 19 in via dell’Orso 12 a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 Naturalmente Donna All Rights Reserved. Contatti: info@naturalmentedonna.com