Il metodo della temparatura basale per prevedere l’ovulazione

newsletter  

Il metodo della temperatura basale è un sistema per capire qual è il giorno dell’ovulazione e quindi il proprio periodo fertile. Il metodo si basa sulla misura della propria temperatura con un termometro, giorno dopo giorno, ed il disegno dell’andamento della temperatura.Il grafico dell’andamento della temperatura subisce delle variazioni abbastanza precise e nei giorni dell’ovulazione si abbassa e si rialza in modo netto, permettendo di capire che l’ovulazione è in corso e che è il momento giusto per avere rapporti completi e sperare di iniziare la gravidanza.

Come si deve misurare la temperatura

Intanto è necessario un termometro preciso: conviene comperare un termometro digitale in farmacia che permette di misurare la temperatura velocemente e la mostra in cifre evitando quindi di sbagliare la lettura. E’ necessario misurare la temperatura con la precisione del decimo di grado (ad esempio 36,4), comunque tutti i termometri lo fanno. I termometri al mercurio sono inoltre meno precisi di quelli digitali.

La temperatura può essere presa per via orale, mettendo il termometro in bocca per qualche minuto, o per via vaginale o per via rettale, inserendo il termometro con delicatezza. La via vaginale è considerata la più precisa.

Dovendo confrontare la temperatura nei vari giorni è importante misurarla sempre allo stesso modo (orale, vaginale o rettale).

Quando misurare la temperatura

La temperaura corporea va presa sempre alla stessa ora al mattino, appena svegliati e prima ancora di alzarsi dal letto. Attività fisiche come andare in bagno, vestirsi, fare colazione alterano la temperatura di quel poco che può rendere difficile la lettura del grafico che si disegnerà.

Quindi è bene tenere il termometro sul comodino e anche un block notes con una penna per scriverla subito ed evitare di dimenticarla o ricordarla male.

Si può iniziare a prendere la temperatura dai primi giorni del ciclo mestruale , facendolo poi giorno per giorno.

Come disegnare il grafico della temperatura

Potete usare un foglio a quadretti di un quadernone di quelli per la scuola o un foglio di carta millimetrata. Ve ne servirà uno per ogni periodo tra un ciclo mestruale ed il successivo durante il quale vorrete controllare la temperatura basale.

Ogni giorno dovete riportare la temperatura misurata al mattino appena svegliate. Se pavete scritta su un foglietto e poi siete rimeste a letto, buttate il foglio: troppi fogli o fogli con tante temperatura possono farvi segnare numeri sbagliati.

In figura vedete un esempio reale (il mio): il giorno 1 era il primo giorno del ciclo mestruale. La temperatura, come si vede, non è sempre stabile e quindi, come vedremo, ci vuole un attimo di attenzione nel leggere il grafico.

Ad un certo punto ci sarà un abbassamento e poi un rapido rialzamento: quelli sono i giorni in cui avviene l’ovulazione e quindi i propri giorni fertili e sono i giorni nei quali dovrete avere dei rapporti completi per poter rimanere incinte.

Come leggere il grafico della temperatura

Arriviamo alla parte più importante.
All’inizio, nei giorni seguenti il ciclo mestruale, la temperaura è stabile, anche se può abbassarsi e rialzarsi. Misurandola per via vaginale o rettale è più stabile. Ricordate che per via rettale la temperatura è 0,5 gradi più alta di quella misurata all’ascella, quindi se superate di poco i 37 non prendetela come febbre!
Ad un certo punto ci sarà un abbassamento e poi un rapido rialzamento: quelli sono i giorni in cui avviene l’ovulazione e quindi i propri giorni fertili e sono i giorni nei quali dovrete avere dei rapporti completi per poter rimanere incinte.
newsletter  

Ti potrebbero interessare anche:


Rimanere incinta: il metodo della temperatura basale

Temperatura basale: come conoscere il proprio ciclo mestruale

Calcolo del periodo fertile

Termometri digitali: quale scegliere?

Primavera il periodo più fertile dell’anno

33 commenti

  1. io ho provato ad usare il metodo persona è da due mesi ma ancora niente…..qualcuno ha usato il termometro?

  2. Ciao…anche io sono un paio di mesi che prendo la temperatura….ma nulla…

  3. Ciao Valentina e Melania io non o mai misurato la temperatura basale ma ora la devo fare spero ke quest altro tentativo mi vada bene e lo spero anke x voi dai non ci arrendiamo.. in beccco alla cicogna a tutte ciao Dany

  4. anch io ho usato un indicatore di fertilita ma niente,adesso predero atto di questo metodo speriamo bene!!!!!

  5. vorrei sapere come si usa il termomentro basale.. qnd si ha il prio gg di ciclo o dopo finito il cilco?? grazie

  6. Ciao maddalena,

    la temperatura basale va misurata ogni giorno, quindi anche in quelli del ciclo, alla stessa ora e nelle stese condizioni. Va bene anche ascellare. la temperatura va misurata la mattina prima di alzarsi. Mettila su un grafico così vedi l’andamento con l’andare dei giorni. In genere l’ovulazione avviene tra un calo della temperatura e l’innalzamento successivo. Dovresti prenderla almeno per un paio di mesi per capire come va l’andamento

    • ciao scusate io uso il termometro da circa 2 mesi ma nnt oggi misurandola nuovamente mi sn accorta che è alta mi domando dopo avere fatto rapporto completo dopo quanti giorni posso fare il test x vedere se sn incinta qualcuno può darmi una mano? ho un ansia terribile :) grazie in anticipo e in bocca a lupo x tutte….

      • ciao roby il test puoi farlo a partire dal primo gg in kui attendevi le rosse…se lo fai prima sarà poko attendibile….e cerca di star serena…l’ansia ha un’influenza negativa sul ciclo…e potrebbe nn arrivarti proprio per la tua agitazione…fidati sperimentato! in bokka al lupo

  7. ciao volevo chiedere un informazione ha un 2 mesetti che uso il termometro ma nnt pure xchè parto da un ovaio policistico e il ciclo mi dura un mese..oggi ho misurato la temperatura e mi segna alta mi kiedo dopo avere fatto rapporto completo dopo quanti giorni potrò sapere di essere incinta???potete aiutarmi ho un ansia incredibile speriamo che vada alla meglio :) grazie in anticipo

    • ciao roby, per un test meglio aspettare almeno 14 giorni dopo l’eventuale concepimento. In becco alla cicogna!

    • ciao Roby, per fare un test di gravidanza meglio aspettare un paio di settimane, almeno 14 giorni , dall’eventuale concepimento. In becco alla cicogna!

  8. si può avere una foto ingrandita del grafico? non funziona il link. grazie per l’articolo

  9. scusate sn nuova :) volevo chiedervi una cs vi e mai capt di usare il termometro nn sapendo che siete incinte??? sapete dirmi se dovrebbe succedere cs uscirebbe cioè che temperatura.. grazie in anticipo e in bocca a lupo a tutte :)

  10. scusate volevo kiedervi un consiglio,ho ritardo di 10 giorni ho fatto il test negativo :( stamni misurandomi la temperatura era ha 36.5 ed ho mucose bianca xrò nn cm di solito elastica… cs mi consigliate di fare aspetto almerno il week-end :)

    • ciao, è la prima volta che hai questo ritardo? quando hai fatto il test, oggi?

      • ciao elena :) no nn nè la prima volta xchè parto cn un ovaio policistico xrò sia ad aprile che a maggio sn arrivate puntuali.. il test l’ho fatto l’altro ieri mattina il clearblu

  11. nessuno mi risp :(

  12. Il clearblue credo possa essere affidabile, quindi potrebbe essere semplicemente un ritardo..stai facendo qualche cura per l’ovaio policistico visto che cerchi una gravidanza?

  13. Vorei provare il metodo della temperatura, pero non ho capito il giorno giusto per avere rapporto? Nel giorno di calo della temperatura o l’innalzamento? Grazie mille.

  14. ciao Elena, dal 13gg dal ciclo ho usato il clear blue per il picco ovulatorio ma sempre negativo!…sono un po’ preoccupata,forse non riesco ad ovulare? oppure è possibule che abbia ovulato prima del 11-12gg?…

  15. dimenticavo il mio ciclo è di 28 gg regolare…

  16. Ciao! Si è possibile… Prova a sticcate dal 9-10 gg dall’inizio del ciclo in poi la prossimo volta e vedi come va

    • Grazie, ho comprato il termometro ecologico ginecologico per il controllo della temperatura basale in farmacia e prossimo mese proverò.

      • Non ho fato a tempo usalo e sono rimasta incinta, pero io ho usato il test di ovulazione e adesso sono de 9+. Sono contentissima. Grazie

  17. ciao vorrei provare il metodo termometro,ma non ho capito bene che cos è il grafico,ho quasi 45 anni ho fatto di tutto per avere un bambino,il dottore mi disse che i 2 ovociti che aveva prelevato erano 1 vuoto,e 1 morto dovevo fare la fecondazzione in vitro,ti prego fammi sapere sè ho speranze.grazie in anticipo

    • Ciao Anna, per avere un figlio naturalmente a 45 anni potresti avere alcune difficoltà appunto perchè la qualità degli ovociti non è elevata. Potresti andare incontro più facilmente ad aborti spontanei e il concepimento è molto meno probabile per ciclo. Dovresti fare alcuni esami ormonali per capire com’è la tua fertilità e sulla base di quelle decidere il da farsi.

  18. Ciao, tra 2 mesi compiró 40 anni. Vorrei avere un altro bambino ma ho visto che in questo ultimo anno il mio ciclo ogni tanto fa i capricci…insomma certe volte salta un mese. Secondo te potrei avere qualche possibilità ? Che metodo dovrei provare per avere più possibilità? Grazie in anticipo !!!

    • Ciao Giorgia, cosa intendi per capricci? ti salta o è semplicemente irregolare? Per capire lo stato della tua fertilità basterebbe fare qualche dosaggio ormonale tra cui l’ormone antimulleriano.
      A 40 anni la fertilità non è il massimo a causa della quantità e qualità degli ovociti. Ma questo non significa che non sia impossibile Conosco tantissime neomamme quarantenni e più quindi… L’importante è riuscire a concentrare i rapporti nei giorni fertili, e ciè prossimi all’ovulazione Puoi aiutarti valutando i cambiamenti del muco cervicale e puoi usare gli stick per l’ovulazione, o il metodo della temperatura basale, per avere conferma dell’ovulazione

  19. vorrei rimanere in cintacosto mese ho avuto tanto secrecine un po galae si alungano poso esere incinta grazie

  1. Pingback: Calcolo del periodo fertile

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. los campos con * son obligatorios *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

© 2014 naturalmenteDonna All Rights Reserved. Contatti: info@naturalmentedonna.com Developed by Satollo.net